GLI ITALIANI E LA BELLEZZA
La Fondazione Marilena Ferrari, sostenuta da FMR-Art’è, fa di avvicinare il pubblico all’arte la sua filosofia, perché l’arte per essere amata deve essere conosciuta.
Partendo da questa premessa Marilena Ferrari, presidente della Fondazione, annuncia la nascita del primo Atlante dell’arte italiana, il sito www.atlantedellarteitaliana.it, a consultazione completamente gratuita, progettato da Flaminio Gualdoni, storico dell’arte – Accademia di Brera.



 

La Fondazione Marilena Ferrari, a partire dal cospicuo archivio storico di FMR-ART’E’, ha deciso di rendere consultabile sul web un repertorio amplissimo, una mappa circostanziata, dell’arte italiana dalle origini ai giorni nostri.
Destinato alla consultazione di studiosi, studenti, appassionati, www.atlantedellarteitaliana.it è un progetto in progress che già oggi può contare su oltre 14.000 immagini di 1.800 autori, nella prospettiva di giungere in pochi mesi a superare le 25.000 immagini e i 2.500 autori.

Per lanciare il sito www.atlantedellarteitaliana.it la Fondazione ha promosso la ricerca “Gli Italiani e la Bellezza”, curata da Giulio De Rita del CENSIS, che ha condotto all’elezione di Miss Arte Italiana mostrando attraverso la potenza delle immagini d’arte la bellezza femminile.

Nell’arte le donne hanno sempre avuto un ruolo importante quanto sconosciuto, ed è proprio per questo che la Fondazione Marilena Ferrari ha voluto rendere omaggio alla donna e al suo ruolo di musa e mecenate nella storia dell’arte che è anche la storia dell’umanità, con un concorso di "bellezza eterna" che vuole eleggere Miss Arte Italiana: la donna più bella che si sia mai vista in un’opera d’arte nata nel Bel Paese.
Perché la donna è allo stesso tempo vita ed arte: ha infatti la capacità di dare la vita e di conferire ad essa la bellezza di cui ha bisogno per crescere ed evolversi.

Dall’Atlante dell’Arte Italiana un comitato scientifico ha selezionato oltre 100 opere artistiche italiane scelte tra capolavori più e meno conosciuti dove la bellezza femminile, grazie alle sapienti mani di pittori e scultori italiani entrati nella storia, raggiunge i suoi più alti livelli.

La ricerca commissionata al Censis ha selezionato 10 finaliste per 5 categorie differenti: Miss Arte (la Miss di tutte le Miss); Miss Arte Italiana (le donne presenti nelle opere d’arte italiana conservate nei musei e nelle pinacoteche del Bel Paese); Miss Arte nel mondo (le protagoniste raffigurate nelle opere d’arte italiana conservate nei musei dislocati in tutto il pianeta); Miss Bellezza Moderna (le bellezze protagoniste delle opere d’arte italiana che per tratti somatici e lineamenti più si avvicinano ai canoni di bellezza contemporanea); Miss Bellezza Eterna (le bellezze per eccellenza dell’arte italiana, senza tempo per il loro carattere di universalità).

Qualche risultato

Con il 67% dei voti è Paolina Borghese di Antonio Canova (Roma, Galleria Borghese) la vincitrice assoluta.
Afrodite Callipige, (Napoli, Museo Archeologico Nazionale) è la seconda classificata.
Al terzo posto un’opera misconosciuta, una bellezza mediterranea, ma apprezzata specialmente al nord, le forme morbide e sensuali, l’hanno fatta preferire a tante Veneri si tratta dell’Odalisca di Francesco Hayez (Milano, Pinacoteca di Brera).

Su 120 immagini sottoposte al campione, 22 rappresentavano la dea della bellezza, ebbene tra le prime 20 la metà sono delle Veneri, segno che in quasi 20 secoli i canoni della bellezza non sono cambiati. E sono canoni che smentiscono la bellezza mostrata in TV.

Ad essere incoronata Miss Arte Italiana nel Mondo, la donna più bella rappresentata in un’opera d’arte conservata all’estero, è il Ritratto femminile di Sandro Botticelli (Berlino, Staatliche Museen)

La più famosa non è la più bella: solo al 62° posto la Monna Lisa di Leonardo da Vinci, (Parigi, Musée du Louvre) che piace alle donne, ma gli uomini proprio non la trovano bella.

Ma la classifica potrebbe essere rivoluzionata dal popolo della rete, infatti è stato lanciato il sondaggio via web su Facebook che dà la possibilità di votare online. E' stata aperta una pagina ufficiale su FB dedicata a Miss Arte Italiana www.facebook.com/missarteitaliana e sono online, per essere votate, le immagini delle prime 10 classificate per ogni categoria.
A settembre il web eleggerà la sua Miss Arte Italiana.

I criteri di scelta delle immagini

Le opere selezionate per il concorso Miss Arte Italiana sono capolavori di grandi artisti, che hanno per soggetto la bellezza femminile, declinata tanto nel genere del ritratto, quanto come bellezza idealizzata. Le opere proposte coprono i secoli che vanno dall’arte greco-romana all’Ottocento. Con il secolo XIX infatti, ha termine la tradizione figurativa inscritta nell’orizzonte del classico, a monte delle sperimentazioni sulla forma delle avanguardie: il percorso illustrato dalle nostre “belle” è tutto interno a una definizione figlia dell’arte antica, che identifica nelle forme armoniche della grazia femminile l’espressione quintessenziale del Bello.
Gli autori di tutte le opere presentate in concorso sono italiani: i dipinti e le sculture selezionate sintetizzano per intero l’evoluzione di un’idea e di un sentimento della bellezza che l’Italia ha identificato per eccellenza nell’armonia e nella grazia femminile. Le opere d’arte sono conservate nei musei e nelle gallerie di tutto il mondo, e nelle principali raccolte private.
Per eliminare dalla competizione tra belle ogni margine di ambiguità, sono state escluse dalla selezione le immagini sacre.

 

Partecipa al sondaggio su Facebook scegliendo la tua Miss Arte Italiana alla pagina: www.facebook.com/missarteitaliana

La partecipazione è libera e gratuita. Puoi votare la tua preferita delle cinque categorie una sola volta al giorno, per un totale di 5 voti al giorno. Per te un bellissimo screensaver!